Blog

(0 Voti)

RAI 3 «Presa Diretta» indaga sulle promozioni in Gdo (VIDEO)

Presa Diretta, processo alla Gdo, tra gli intervistati Marco Stravato (STRAFRUTTA) 

GUARDA IL VIDEO--->


Lo smisurato potere contrattuale della grande distribuzione che fa il bello e il cattivo tempo attraverso contratti-capestro, promozioni e aste al doppio ribasso, affama i produttori in una filiera totalmente distorta: ha puntato l'indice contro la Gdo la puntata di Rai 3 "Presa Diretta" di ieri sera dal titolo "Il prezzo ingiusto", che ha denunciato la guerra dei listini tra retailer a discapito di chi opera a monte della filiera.


Promozioni e strategie commerciali della Gdo sono state al centro di una trasmissione che ha affrontato la complessa questione facendo emergere - come spesso avviene in questi casi - alcune verità risapute senza riuscire però, in molti casi, ad andare oltre semplificazioni, generalizzazioni e concetti di facile presa giornalistica che non sempre corrispondono alla realtà e neppure la spiegano esaurientemente. Anche per la mancanza di contraddittorio

All'inizio si parla di aumenti dei listini di referenze come pesche e albicocche (frutti falcidiati dalle gelate), e non solo, nel periodo del lockdown, basandosi sui dati Coldiretti e delle associazioni dei consumatori. "Il nostro settore non si è fermato mai", spiega alla giornalista Giulia Bosetti il direttore del Car e presidente Italmercati Fabio Massimo Pallottini. "Ma i prezzi all'ingrosso non sono aumentati", fa presente Roberto Sepe, direttore del Mof.

Situazione di cui, nel periodo clou della pandemia, avrebbe invece beneficiato la Gdo per aumentare i prezzi stoppando le promozioni. E l'Antitrust ha avviato un'indagine.

La Gdo approfitta della deperibilità dei prodotti e impone prezzi bassissimi ai fornitori, dice in sostanza Presa Diretta: sono loro a pagare, tuttora, anche i 3X2 e le promozioni a prezzi stracciati lanciate dai supermercati. L’emergenza Coronavirus avrebbe peggiorato la situazione perché nonostante l’aumento di consumi e di prezzi, soprattutto per alcuni prodotti, le cifre intascate dai produttori sarebbero rimaste le stesse.

 

"Le promozioni vengono pensate mese primi che arrivi il prodotto e può succedere che per problemi climatici la materia prima manchi all'appello e di conseguenza il prezzo di vendita risulti al di sotto del nostro costo di produzione", ha detto al microfono di Bosetti il grossista Marco Stravato della Strafrutta di Fondi. "Per questo non vendiamo più i nostri meloni alla grande distribuzione, se non prodotti di minor qualità".

E sempre dal territorio pontino Antonello Di Girolamo della cooperativa Cos (nell'immagine di apertura) spiega agli spettatori che tra raccolta, lavorazione, costi fissi e logistica il costo all'origine dell'anguria - oggetto della nota "svendita" ferragostana di Eurospin - è ovviamente ben superiore al centesimo, e che quando le melanzane vengono vendute al dettaglio a un euro, la remunerazione al produttore non va oltre i 20-30 centesimi: "Paga sempre il produttore, a rimetterci siamo sempre noi, ma non abbiamo modo di dire no perché non sapremmo a chi vendere", aggiunge Di Girolamo. E poi, pungolato dalla giornalista: "Ci sentiamo sotto ricatto: se vogliono mi mettono un topo morto sulle melanzane, dicono che non lavoro bene e mi cacciano"…Continua a Leggere l’articolo originale su http://www.italiafruit.net/dettaglionews/56769/lapprofondimento/presa-diretta-processo-alla-gdo

GUARDA LA PUNTATA COMPLETA SU RAIPLAY https://www.raiplay.it/video/2020/10/Presa-Diretta---Il-prezzo-ingiusto-138769ab-8d5b-4523-bf0e-5a9e142bb36c.html

Letto 703 volte Ultima modifica il Martedì, 13 Ottobre 2020 15:05

I NOSTRI PARTNERS

Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Slider